Archive for giugno, 2011


Fotografia e poesia…

 

fotografia e poesia

Fotografia e poesia...

Segni leggeri di malinconia

Cartelle profumate di vecchio

Colore carbone

Odori di passato e presente

Strade che portano dove vuoi tu

Passeggiata sulla fiumara

Cavalli al galoppo verso la spiaggia

Ombre di marinai

Reti bagnate dal mare

Pesci  che salutano

Pescatori soddisfatti

Murrotto senza ombre

Profumo di angurie e fichi

Sinfonia di fragranze calabresi

Maccheroni in tavola

Sorrisi e vino di Palizzi

Armonie di sirtaki

Balli greci e tarantelle calabresi

Effluvio di donne felici

Carezze e dolcezze

Nobiltà e fierezza

Essenza calabrese

Brevi e discrete parole

Lealtà e sincerità

Un suono dal mare alla montagna

Fotografia e poesia…

 

Paolo Latella

 

 

Un omaggio all’armonia delle musiche dell’amico Fiumanò Domenico Violi – Tu che mi parli d’amor

un bravissimo musicista e poeta…

Fogli sparsi…

Chet Baker...

Chet Baker...

Fogli sparsi…

Un angolo del mio tavolo

Li guardo e penso…

Fogli sparsi

Sono li…

Sono come i miei pensieri

Fogli sparsi

Se non li prendo in mano…

Non ricordo cosa c’è scritto

Fogli sparsi

Azioni visive

Ricordi di profumi intensi

Fogli sparsi

Sei tu…

Imprevedibile amore

Fogli sparsi

Pensieri  profondi

Disordine positivo

Fogli sparsi

L’amore senza regole

Come l’odore della pioggia…

Paolo Latella

leggi la mia poesia ascoltando Chet Baker

 

Un senso che cresce nel mio cuore

Un senso che cresce nel mio cuore...

Un senso che cresce nel mio cuore

Melodie che confondono l’anima

Foglie che ondeggiano

Angoli aperti

Sintonie di sensi

Un senso che cresce nel mio cuore

Azioni vive

La luce sopra di noi

Amare solo te

Attesa di sentire i tuoi passi

Un senso che cresce nel mio cuore

Notti sempre più belle

Il piano che suona

Io e te sulla luna

Profumi intensi

Un senso che cresce nel mio cuore

Ogni gesto è poesia

Tutto sembra forte

Siamo da un’altra parte

Camminiamo sospesi

Un senso che cresce nel mio cuore

Tu mi vedrai

L’amore non ha età

Specchio della realtà

Siamo invisibili agli altri

Un senso che cresce nel mio cuore

Prima che te ne vai

Accendi un sorriso

Sussurra il mio nome

Sognami fino a domani

Un senso che cresce nel mio cuore

Tu lo sai

Che ho bisogno di te

mi alzo che è presto

devo andare…  aspettami

Paolo Latella

La nostra storia…

la nostra storia...

la nostra storia...

Respirare  felicità
ricominciare a vivere
mi fermo a pensare
siamo sospesi
ma non siamo persi
un giorno importante
vivo ed ha un senso
tutto bene
certe cose
le conosci a memoria

alzo la mano
raccolgo l’aria
la divido per te
seguire il mio istinto
quasi all’improvviso
stare qui
fa bene anche a te
dovunque andremo
la strada avrà vita
ora so

da qui ripartirò con te
c’è un altro tempo
non mi fa paura
anni passati
anni vissuti
anni dimenticati
anni da vivere insieme
un secondo per il tuo sorriso
bellissimo ed emozionante
chiudiamo gli occhi

immaginiamo il mare
viviamo l’ebrezza
ascoltiamo il canto delle onde
corri e mi abbracci
sotto le stelle
un’amore
in un tempo piccolo
in qualsiasi posto
un libro aperto
la nostra storia

Paolo Latella

Sempre…

sempre...

Sempre...

Oltre i i confini più segreti
un forziere pieno di desideri
azioni gentili
un sorriso nobile e sincero
la tua voce non è più incerta
svegliata da un mio bacio
un nuovo corso di eventi
la profondità delle tue parole
una natura grande
un desiderio mai stanco
parla con la mia anima
non dire di no alla tua mente
guardati allo specchio liberamente
apri la finestra
guarda dov’è l’arcobaleno
segna l’inizio dei mille colori
come mille stati d’animo
sempre viva
sempre innamorata
sempre…

Paolo Latella

Gli angoli del mio letto…

gli angoli del letto...

Gli angoli del letto...

La tristezza è passata di qui
l’ho salutata
l’ho fermata e abbiamo parlato
mi ha chiesto perchè…
ho risposto che non lo sapevo

La tristezza è andata via…
l’ho vista sparire all’orizzonte
mentre il sole apriva gli occhi
mentre la luce accendeva
gli angoli del mio letto

Uno sguardo verso mille risposte…
il vento che fa sorridere i tuoi occhi
lo so che alla fine andrà così
così come vogliamo noi
senza fine…

Tu… pioggia fredda d’estate
la terrazza sul mare accende la fantasia
abbracciamo i ritmi dell’amore
non pensiamo più a niente
nessuna fatalità  e nessuna vulnerabilità

Certi momenti…
servono a crescere
sono solo con te
davanti al tuo cuore
vuoi danzare con me… amore mio?

Paolo Latella